Parma, March 2018. “Strategie medievali contro il determinismo logico”.

Lunedì 26 marzo, Irene Binini (University of Freiburg) terrà un seminario dal titolo Strategie medievali contro il determinismo logico. Il seminario si svolgerà in Aula Frege alle ore h. 12:30. E’ il terzo appuntamento del progetto “IDEE IN BOZZA”, il primo ciclo trasversale di seminari di filosofia organizzato da studenti  e dottorandi dell’Università di Parma. Il calendario di “IDEE IN BOZZA” è reperibile qui.

ABSTRACT

L’esistenza di eventi contingenti è assunta da Abelardo come una caratteristica evidente e indubitabile della natura delle cose. Nella sua teoria modale, la contingenza caratterizza sia il mondo naturale sia quello umano, poiché in entrambi questi ambiti alcuni degli eventi e stati di cose che di fatto si realizzano avrebbero potuto anche realizzarsi diversamente, in situazioni alternative a quella attuale. Come ogni indeterminista, però, Abelardo deve scontrarsi con un certo numero di argomenti fatalisti, che mirano a dimostrare sia l’incompatibilità fra l’ammissione di eventi contingenti e la validità di alcuni principi logici (ad esempio, la bivalenza o il terzo escluso) sia l’incompatibilità della contingenza con alcuni dogmi teologici (come ad esempio la completezza e infallibilità della conoscenza divina). Nella mia presentazione, mi concentrerò in particolare su un argomento in favore del determinismo logico che Abelardo prende in considerazione nella Dialectica e nella Logica Ingredientibus: l’argomento in questione è una riformulazione medievale del famoso dilemma proposto da Aristotele nel capitolo 9 del De interpretatione, in cui l’ammissione del principio secondo cui ogni proposizione è vera o è falsa sembra inferire la conseguenza paradossale che ogni evento è destinato ad accadere o a non accadere prima ancora del suo verificarsi. Oltre a proporre una nuova ricostruzione dell’argomento, mi concentrerò sulle strategie proposte da Abelardo e da altri logici suoi contemporanei per controbattervi, facendo riferimento non soltanto ai testi abelardiani ma anche a diversi altri testi – tuttora inediti – della prima metà del XII secolo.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

Blog at WordPress.com.

Up ↑

%d bloggers like this: